RSS

La giusta età

ottobre 22

«Mamma» l’ha detto, adesso basta, lasciatelo in pace.
Ai giardinetti, il solito bamboccio è circondato da donne di varia età che lo stanno torchiando. Volevano che dicesse «mamma» e lui l’ha detto, è crollato quasi subito, ma loro non si accontentano. Ora attaccano con «nonna», poi pretenderanno che pronunci i nomi di tutte le presenti. Vogliono una confessione completa.
Frastornato da quel tourbillon di permanenti fresche, profumi, collane tintinnanti su tette più o meno sode, il piccolo si guarda intorno ed emette un latrato. Le signore ridono, lo trovano carinissimo. L’interrogatorio continua, il bambino si volta verso di me, il suo piccolo mento tremola.
Non posso fare niente per aiutarti, cosetto. Ti sei fatto incastrare, peggio per te, potevi fare finta di dormire, è una vecchia mossa che funziona sempre. Ti serva da lezione: quando avrai problemi con le donne, figlie, ex mogli o portinaie che siano, nessuno ti potrà dare una mano. Ricordatelo bene. Adesso mettiti a piangere. Viene voglia anche a me, ogni tanto. Alla tua età, però, ancora funziona.

Da Un calcio in bocca fa miracoli, di Marco Presta

 

Posted by on 22 ottobre 2011 in Libri, Riflessioni, Risate

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.